Etichettando è un’iniziativa pensata insieme ad alcuni studenti del corso di laurea in Filosofia e che si è allargata anche ad altri corsi. L’idea nasce dal desiderio di incontrarsi per “un’ora d’aria” e discutere di filosofia senza i vincoli della didattica, gli obblighi di un corso universitario che deve attenersi ad un programma, ad un calendario e a un certo numero di CFU, e i limiti di un’aula vissuta in modo spesso troppo ingessato.

L’idea è, dunque, molto semplice: incontriamoci oltre il piano di studi e i CFU e parliamo di filosofia, a partire da un tema specifico, per il quale vengono messe a disposizione alcune pagine in anticipo, in modo da permettere a chiunque di venire all’incontro con un minimo di contezza e qualche spunto di riflessione.

È un “circolo di conversazioni filosofiche” e, come tale, non ha la struttura formale della lezione frontale, ma è previsto che la discussione “circoli”, appunto, tra tutti i partecipanti. La mia funzione si limita a proporre il tema e a moderare. Il tema può essere proposto da chiunque. Chi propone il tema conduce anche l’incontro, fornendo ulteriori e brevi coordinate iniziali (e questo è anche un modo per sperimentare le proprie abilità e mettersi in gioco senza rischiare di ottenere un voto negativo).

In generale – e qui sta l’altra natura dell’iniziativa – i temi proposti fanno riferimento ad autori o correnti poco o per nulla presenti nei programmi di studio, perché spesso considerati minori o perché non appartenenti al mainstream accademico nazionale; e tuttavia, si tratta di nomi assai spesso importanti nel panorama internazionale. Il tentativo, quindi, è anche quello di fornire un’occasione di contaminazione, di contatto, di incontro – seppur fugace – con temi e nomi nuovi o poco esplorati, con la speranza di riceverne eventuali future sollecitazioni.

Le poche regole a cui attenersi per poter partecipare – a parte un’occhiata al materiale relativo all’incontro – sono il rispetto delle posizioni altrui, non interrompere chi ha la parola, non pretendere di convincere alcuno, mantenere un tono equilibrato e moderato nell’esprimere le proprie idee che, come tali, possono circolare liberamente.

Per saperne di più, verificare il calendario degli appuntamenti, accedere al materiale messo a disposizione e partecipare, basta seguire la pagina Facebook di Etichettando e, nel caso si intendesse partecipare, indicarlo nella pagina dell’evento scelto (per motivi organizzativi è importante comunicare la propria partecipazione).

Questo l’elenco degli incontri svoltisi finora:

  1. Mackie e il nesso causale
  2. Taylor e l’etica dell’autenticità
  3. Piovani: datità e coesistenzialità
  4. Morin e l’etica di relianza
  5. Dawkins: geni egoisti e memi
  6. Ortega y Gasset: amore e farsa
  7. Kierkegaard: l’io si dispera, l’io ama
  8. Merleau-Ponty: l’io, l’altro e il mondo
  9. Savater: l’etica della contingenza
  10. Fletcher: l’etica della situazione
  11. Tutta l’umanità ama un innamorato: amore e bellezza in Ralph W. Emerson

Feed dalla pagina Facebook


This message is only visible to admins.
Problem displaying Facebook posts. Backup cache in use.
Click to show error
Error: Unsupported get request. Object with ID 'etichettando' does not exist, cannot be loaded due to missing permissions, or does not support this operation. Please read the Graph API documentation at https://developers.facebook.com/docs/graph-api Type: GraphMethodException

9 months ago

Etica-mente torna col nuovo numero del magazine in formato Kindle e paperback. Dopo il numero del 2020, "Pandemici", quest'anno ci siamo "Ri-prodotti".Su Amazon, per chi volesse sfogliarlo: amzn.to/3Ego4px ... See MoreSee Less
View on Facebook
Share